Marcello Mascherini – Il Teatro

Partner

Archivio Mascherini

Duino logo

circolo delle arti logo

logo Nordio

circolo Azzanese

Con la collaborazione

Logo trieste

Descrizione del Progetto

Marcello Mascherini (Udine 1906-Padova 1983), scultore tra i più importanti del Novecento italiano, esordisce nel 1948 al Teatro Verdi di Trieste realizzando scene e costumi per il balletto Cartoni animati di Mario Bugamelli. La sua creazione artistica destinata al teatro procede con la fondazione nel 1957 del gruppo “La Cantina”, che presenta opere d’avanguardia talvolta in anteprima mondiale, e con numerose collaborazioni con il Teatro Verdi e il Teatro Stabile di Trieste, nonché con il Teatro dell’Opera di Roma. Mascherini curerà una trentina di spettacoli in qualità di scenografo, costumista e regista.

L’attività di Mascherini per il teatro è stata fino a oggi poco studiata, pur avendo rappresentato per l’artista importante e appassionante occasione professionale, pur avendo contribuito alla crescita culturale di Trieste e non solo.

L’iniziativa, elaborata dall’Associazione Culturale Archivio Marcello Mascherini di Azzano Decimo (Pordenone) e dal Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Trieste, intende sondare per la prima volta l’ampia e variegata attività nel campo del teatro e degli allestimenti effimeri, ad oggi documentata dal 1948 al 1974, che hanno visto lo scultore protagonista dei palcoscenici triestini e di altre importanti sedi, non ultima quella del Teatro dell’Opera di Roma tra il 1969 e l’anno successivo.

Si tratta di una gamma d’interventi assai ampia, che passa dagli allestimenti destinati a feste cittadine e di beneficenza alla realizzazione di scenografie e costumi per arrivare alle regìe vere e proprie, ricerche parallele alle frequenti ‘incursioni’ di importanti scultori nel campo della scenografia e dell’effimero.
Verrà realizzata una mostra che illustri in modo efficace la produzione teatrale di Marcello Mascherini esponendo testimonianze fotografiche, disegni per costumi, bozzetti per scenografie e, naturalmente, sculture tematicamente e stilisticamente affini ai lavori teatrali: opere provenienti dalla collezione dell’artista e da collezioni pubbliche e private. Il tutto organizzato in sezioni che individueranno le peculiarità della ricerca di Mascherini in questo campo. Andranno quindi evidenziate l’attività di costumista, scenografo, regista e quella dedicata agli allestimenti effimeri per feste e manifestazioni, enucleando via via i molti aspetti paralleli con l’attività scultorea.
All’esposizione verrà affiancata la proiezione di un filmato realizzato per l’occasione restaurando e montando pellicole professionali di proprietà dell’erede dell’artista, che illustreranno interviste allo scultore, mostre e documentari. Tra queste è emblematico il cortometraggio a colori Marcello Mascherini prodotto nel 1968 dalla Società Julia Cinematografica, per la regia di Mario Volpi con musiche del palermitano Lorenzo Peratoner, opera premiata nel 1969 dal Ministero del Turismo e dello Spettacolo.
A corredo dell’iniziativa sarà realizzata una monografia (catalogo scientifico) per offrire adeguatamente le immagini d’epoca di scene, costumi, opere. Oltre al materiale presente in mostra, agli studi specifici dedicati alla figura di Mascherini e all’analisi delle fonti visive del suo lavoro teatrale, il catalogo raccoglierà indagini storico-critiche relative all’ambiente culturale sviluppatosi negli anni intorno all’esperienza teatrale di Mascherini. Andrà quindi indagato il ricco e variegato panorama teatrale e letterario di Trieste e della Regione Friuli Venezia Giulia in connessione con la scena nazionale.

Progetto editoriale-espositivo di

NERINA PANCINO FRANCESCO BORDIN PAOLO QUAZZOLO

Comments are closed.

Sample Page

Sample Page