Statuto

Federazione Italiana Teatro Amatori Comitato Provinciale di Pordenone

Art.1 – Costituzione 
Si costituisce il Comitato Provinciale di Pordenone della Federazione Italiana Teatro Amatori. Il Comitato è composto dalle Associazioni Artistiche affiliate alla F.I.T.A. con sede nella Provincia di Pordenone. La sede viene stabilita in Pordenone, C.so Vittorio Emanuele 20/d.*** 

Art.2 – Scopi 
Il Comitato Provinciale F.I.T.A. di Pordenone è una associazione senza fini di lucro, partitici o confessionali. Lo scopo che il Comitato si prefigge è quello di promuovere la diffusione e la crescita del teatro amatoriale nella Provincia di Pordenone in tutte le sue forme ed espressioni culturali, in collaborazione con gli enti locali e le altre organizzazioni del territorio. In particolare si prefigge di creare una comunicazione e un coordinamento tra le proprie Associazioni Artistiche per una crescita comune e per una partecipazione più attiva e viva alle attività della F.I.T.A. a livello regionale e nazionale.

Art.3 – Definizione di socio, disciplina del rapporto associativo e eleggibilità alle cariche 
Sono soci della Associazione le Associazioni Artistiche della Provincia di Pordenone regolarmente iscritte alla F.I.T.A. nella figura del loro rappresentante legale o di un suo delegato con età maggiore di anni diciotto. Ogni Associazione Artistica ha diritto a un voto nell’assemblea e tramite il proprio rappresentante può concorrere alle cariche negli organi direttivi dell’associazione. Tutti i soci hanno uguali diritti e non esiste alcuna limitazione anche in funzione della temporaneità della partecipazione alla vita associativa. La qualità di associato non è trasmissibile a terzi. La qualit&grave di associato si perde nel caso in cui la Associazione Artistica non sia più affiliata alla F.I.T.A.

Art.4 – Organi sociali 
Sono organi del comitato provinciale di Pordenone:
IL COMITATO ESECUTIVO
IL PRESIDENTE
IL VICE-PRESIDENTE
IL SEGRETARIO-TESORIERE
L’ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI
IL COLLEGIO DEI PROBIVIRI
IL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

A) IL COMITATO ESECUTIVO – Il Comitato Esecutivo è composto da 5 rappresentanti delle compagnie regolarmente designati dall’assemblea degli iscritti. Elegge un Presidente, un Vice-Presidente ed un Segretario-Tesoriere che durano in carica, salvo revoca o dimissioni, sino al congresso successivo. È convocato almeno due volte l’anno su iniziativa del Presidente del Comitato, o da almeno due componenti del Comitato Esecutivo.
Il Comitato Esecutivo approva il rendiconto e il bilancio annuale.
B) IL PRESIDENTE – Il Presidente è eletto dal Comitato Esecutivo, dura in carica tre anni e può essere riconfermato. Il Presidente è il legale rappresentante del Comitato Esecutivo, e rappresenta il Comitato Provinciale in tutte le manifestazioni. Il Presidente ha poteri di firma per l’ordinaria amministrazione. Decade dalla carica di Presidente colui che viene giudicato, con sentenza passata in giudicato o comunque definitiva, interdetto o inabilitato. La qualità di Presidente si perde anche per dimissione scritta e ratificata al Comitato Esecutivo indetto in riunione Straordinaria. Il Presidente redige il rendiconto annuale dell’attività svolta.
C) IL VICE PRESIDENTE – Il Vice-Presidente sostituisce il Presidente in caso di assenza o di impedimenti, esercitandone tutte le funzioni.
D) IL SEGRETARIO-TESORIERE – Il Segretario-Tesoriere ha il compito di tenere il libro dei verbali delle riunioni del Comitato Esecutivo e dell’Assemblea degli iscritti. Tiene la cassa e ne risponde in proprio nei confronti del Presidente e redige la stesura del bilancio consuntivo annuale. Tutti gli Associati possono prendere libera visione dei verbali e delle scritture contabili presso la sede sociale in qualsiasi momento.
E) L’ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI – L’Assemblea degli iscritti è l’organo sovrano dell’Associazione. L’Assemblea degli iscritti è composta dai rappresentanti designati dalle Associazioni Artistiche affiliate. Ogni Associazione Artistica ha il potere di esercitare in sede di Assemblea un singolo voto. Essa elegge il Comitato Esecutivo e delibera su tutte le questioni di impostazione generale della vita associativa. Viene convocata su iniziativa del Presidente del Comitato Esecutivo o di almeno un terzo dei soci. La convocazione dell’Assemblea deve avvenire con almeno 10 giorni di anticipo con modalità libere. L’Assemblea à regolarmente costituita quando è presente la maggioranza assoluta degli Associati. Essa delibera a maggioranza semplice su questioni ordinarie, sulla approvazione del bilancio e sulla elezione delle cariche sociali.
F) IL COLLEGIO DEI PROBIVIRI – Il Collegio dei probiviri è composto da tre membri effettivi , di cui uno ne è il Presidente, eletti dall’Assemblea degli iscritti. Esprime pareri in ordine a tutte le controversie tra gli affiliati e tra questi e la Federazione e i suoi Organi, con equità e senza alcuna formalità di procedure.
G) IL COLLEGIO DEI SINDACI – Il Collegio dei sindaci è costituito da tre membri effettivi, di cui uno ne è il Presidente, eletti dall’Assemblea degli iscritti. Ha poteri di controllo sulla gestione finanziaria del Comitato Provinciale. La carica di sindaco è incompatibile con le altre cariche nell’ambito della Federazione.

Art.5 – Fondi 
I fondi necessari all’attuazione degli scopi del Comitato Provinciale sono costituiti dai contributi stanziati da Enti Pubblici, dall’Amministrazione Provinciale, da quelle comunali e da tutti i privati che desiderano sostenere l’attività del Comitato, nonché da raccolte di fondi derivanti dall’organizzazione di occasionali manifestazioni e campagne di sensibilizzazione. Il Comitato non può in alcun modo distribuire utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale, durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposti dalla legge.

Art.6 – Patrimonio 
Il patrimonio del Comitato Provinciale è costituito da: fondo giacenze di cassa; materiali atti allo svolgimento della attività manoscritti, copioni o documentazione in possesso presso la sede del Comitato Provinciale. Fanno parte del patrimonio necessario all’attuazione degli scopi anche specifiche attrezzature teatrali e non che il Comitato Provinciale ritenesse di acquistare per i più vari usi.

Art.7 – Scioglimento e modifica dello Statuto 
Qualora per insufficienza o per mancanza di fondi o perché siano venuti a mancare i presupposti del suo esistere, su proposta del Comitato Esecutivo in sede di riunione Straordinaria l’Assemblea degli iscritti può dichiarare lo scioglimento dell’associazione con la maggioranza dei due terzi dei voti degli aventi diritto. Anche per apportare modifiche al presente Statuto è necessario il voto favorevole dei due terzi degli aventi diritto in sede di riunione Straordinaria dell’Assemblea degli iscritti. In caso di scioglimento per qualunque causa, il patrimonio dell’associazione sarà devoluto ad altra associazione con finalità analoghe o ai fini di pubblica utilità, sentito l’organismo dei controllo di cui all’art. 3 c.190 della legge 662/96, e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

Art.8 – Esercizio amministrativo e bilancio annuale 
L’esercizio amministrativo dell’associazione apre il 1° gennaio e chiude il 31 dicembre di ogni anno.
Entro tre mesi dalla conclusione dell’esercizio deve essere redatto e approvato dall’Assemblea degli iscritti a maggioranza semplice il rendiconto economico e finanziario dell’associazione.

Art.9 – Norme residuali e regolamenti interni 
Per tutto ciò che non è stato espressamente previsto dal presente Statuto e per i regolamenti interni che disciplinano il funzionamento dell’associazione, si rimanda allo Statuto e ai Regolamenti interni della F.I.T.A. Nazionale. Eventuali controversie sono affidate al Collegio dei Probiviri ed in seconda istanza al Comitato Direttivo Nazionale e al Collegio dei Probiviri Nazionale.

*** Estratto del verbale della Riunione Assembleare Straordinaria del 18 settembre 2005 :

Riunione Assembleare Straordinaria, del 18 settembre 2005, domenica.
Nella Sala dell’Auditorium H. Zotti di San Vito al Tagliamento (gentilmente concessa), è stata convocata l’Assemblea del Comitato Provinciale FITA con circolare del 05/08/05, alle ore 10,45 […] Sono rappresentate 11 compagnie associate su 16, la seduta è valida. […] Il presidente Raffin illustra le ragioni della convocazione, che concernono essenzialmente la modifica statutaria, per il cambio di sede legale, a seguito della concessione di uno spazio da parte del Comune di Pordenone in via San Valentino, 11.
Tutte le compagnie sono a conoscenza della questione, nessuno chiede la parola.
Viene messo ai voti il cambio di sede legale del Comitato Provinciale di Pordenone della Federazione Italiana Teatro Amatori da corso Vittorio Emanuele, 20/d a Pordenone, in via San Valentino, 11 a Pordenone, con voto palese per alzata di mano. Esito: favorevoli unanimi; nessun astenuto, nessun contrario. […]

Estratto del verbale della Riunione Assembleare Straordinaria del 27 marzo 2007:

A seguito di formale convocazione diramata a tutte le associazioni aderenti, si è riunita l’Assemblea Generale, convocata per le ore 20,30 in prima convocazione, e alle ore 21,00 in seconda convocazione, presso la nuova sede in viale Trento, 3 – a Pordenone.

Punto 3. Seduta Straordinaria. Cambio di Sede legale dell’Associazione.
Il Presidente richiama quanto già detto precedentemente riguardo alla convenzione col Comune di Pordenone per la nuova sede legale del Comitato Provinciale F.I.T.A. di Pordenone, e di conseguenza propone all’Assemblea il cambio ufficiale di sede, da via San Valentino a Viale Trento, 3; sempre in Comune di Pordenone. La modifica ufficiale di sede viene posta all’approvazione dell’Assemblea che con voto palese, espresso per alzata di mano, approva all’unanimità. […]

Comments are closed.