23° Rassegna Teatro d’Autunno

San  Cassiano di Livenza, Brugnera PN
Salone Festa del Vino via Bassa 1

Gruppo teatrale “I commedianti per scherzo”
Per informazioni cell. 328 3664924
mail: info@fitapordenone.it
sito internet: www.commediantixscherzo.too.it

Sabato 17 novembre 2018 ore 20.30

Compagnia teatrale
“I Creattori” di Brugnera (PN)
“La discarica dei desideri”
Commedia del gruppo teatrale

Regia di Max Bazzana

Come nascono e di cosa si nutrono le miserie umane? Con due diottrie difficile che veder bene si possa, meglio cantar “Joska la rossa”, tra chi zompetta e starnazza e chi si incazza; chi comanda e mette tutti in riga e chi porta solo sfiga. Dieci personaggi, dieci storie, coesistono in un sottomondo che si regge su equilibri precari, in cerca di risposte. In fondo che cambia? Tanto “Moriremo tutti!”

GrisùVenerdì 23 novembre 2018 ore 20.30
 
Compagnia teatrale
“La Moscheta” di Colognola ai Colli di Verona
“Grisù, Giuseppe e Maria” di Gianni Clementi
Regia di Daniele Marchesini

Avete mai avuto il bisogno di liberarvi, di sfogarvi? Chissà quante volte vi sarete ritrovati a naso in su a dialogare con Dio, la Provvidenza o il destino… che ci crediate o meno. Capita a tutti, credenti e atei, agnostici e devoti. C’è bisogno di quell’attimo di speranza in cui credere che qualcuno lassù ascolti le nostre lamentele o le nostre preghiere. Ma la nostra protagonista, Maria, sa che le mani vanno impiegate per lavorare, più che per pregare, quando si ha fame. E’ lei che ci racconta questa storia di un’Italia della provincia veneta degli anni ’50. Un’Italia che stentiamo a riconoscere: genuina, appassionata, pura. Legata a straordinarie e indimenticabili canzoni in voga in quegli anni, dove gli uomini andavano a lavorare nelle miniere di carbone in Belgio, e le donne rimanevano in paese a tirare su i figli a pasta e patate, frequentando parrocchie e sagrestie, cercando di costruire un futuro migliore per i propri figli anche con l’aiuto di politici locali e sacerdoti.

Sabato 1 dicembre 2018 ore 20.30

Compagnia teatrale
“Il Cantagallo” di Pagnacco (UD)
“L’amico” Testo e regia del gruppo teatrale

La mente umana è una macchina complessa che a volte non si comporta come vorrebbe la cosiddetta società civile. Quando la realtà non ci soddisfa è meglio comunque adeguarsi o piuttosto cercare di trovare, anche con l’immaginazione, una maniera per renderla più piacevole, più “vivibile” o almeno un po’ più sopportabile? Questa pièce se lo chiede e ve lo chiede. Noi crediamo che, oltre che divertivi, essa possa farvi anche riflettere su quanto sia importante essere positivi, credere nel prossimo e nella possibilità di vivere in una umanità più interessata ad “essere” piuttosto che ad “avere”.

Venerdì 7 dicembre 2018 ore 20.30

Compagnia teatrale
“Arc di San Marc” di San Martino al Tagliamento (PN)
“Provaci ancora Todero… ovvero: Brontoloni se nasse!” di Carlo Goldoni
Adattamento e regia di Ramiro Besa

Prendete una compagnia amatoriale, la ARC DI SAN MARC, della varietà BISLACCA, ponetela in una sala prove, mescolate i vari attori con una buona dose di Carlo Goldoni ,aggiungete sapore con Ramiro Besa , quanto basta. Infarcite con fisarmonica cromatica, molto meglio se di Paolo Forte. Otterrete una miscela arruffata , simpaticamente cialtrona (lo è veramente… o è tutta finzione scenica?) intitolata: “PROVACI ANCORA , TODERO…ovvero: Brontoloni se nasse!” Si consiglia di assaporare tutta la sua fragrante genuinità accompagnata da ottime bollicine… finali!

Treska all'arsenicoSabato 15 dicembre 2018 ore 20.30

Compagnia teatrale
“La Caneva” di Lorenzaga di Motta di Livenza (TV)
Treska all’arsenico
Del gruppo teatrale

Regia di Martina Boldarin

L’anima appare presente e inafferrabile: sapere che ci sia sembra quasi ovvio, al di là di ogni dimostrazione, ma chiarire che cosa sia risulta assolutamente arduo.
E parlando di anime che trasmigrano l’atmosfera dello spettacolo prende una piega assurda, surreale e grottesca. Un segreto è custodito in casa della Contessa Elvira, che vive con il marito, il debole e sottomesso Conte Ennio e con la madre di lei, la baronessa Paolina.
Il padre di Elvira è morto quando lei era una ragazzina. Infarto dicono. Ma qualcosa spinge Elvira a volerne sapere di più. Tra  sedute spiritiche e una medium incapace nasce una situazione comica e paradossale, a tratti anche poetica e malinconica, che porterà gran scompiglio in famiglia. Cos’è successo nel mondo delle anime? E al padre di Elvira? Forse qualcuno nasconde un segreto…

Comments are closed.