TravesioTuttoTeatro

Presidente: Fabio Zuliani
Sede: Travesio (PN) – Via Lizier, 3
Referente: Federica Claut – 339 7470430
Fondata nel: 1985
Iscritta dal:
Sito Internet: www.travesiotuttoteatro.com
Facebook: https://www.facebook.com/travesio.tuttoteatro
Email: travesiotuttoteatro@gmail.com 

logo tttL’appetito vien mangiando e l’esperienza d’aver rappresentato un testo scritto in casa che funziona, spinge la compagnia a spronare nuovamente Damiano Berto, che beata l’ora aveva già segretamente iniziato ad abbozzare. Nel 2011 trapela la trama…. storia di un non ben identificato parente australiano, godereccio e disinibito che fa visita in Friuli…. Berto, sostenuto dal gruppo, non si fa pregare e nel 2012 il testo è pronto. Per l’argomento un po’ osé e l’esilarante orchestrazione della trama, la compagnia decide di sottoporre il lavoro alla consulenza drammaturgica di Matearium di A. Di Pauli e A. Gubiani conosciuti grazie al servizio numero verde drammaturgia offerto dalla Associazione Teatrale Friulana di cui Travesio è socia da 25 anni. La revisione della scrittura è stata un’esperienza che ha fatto emergere il talento artistico di Berto e la sua particolarissima visione della friulanità, rendendo inoltre più autentico e profondo il legame tra il testo e gli attori della compagnia. A completare l’opera, la regia di Tommaso Pecile che ha accuratamente costruito, scena dopo scena, uno spettacolo comico a tinte forti e d’effetto… un ulteriore salto di qualità per la Compagnia!!
L’autore sostiene che Il teatro amatoriale, per noi, non è altro che il resoconto del vivere quotidiano della nostra gente. Ognuno potrebbe raccontare attraverso un testo una storia, la storia della propria vita: gioie, dolori, delusioni, rivincite, amori, rancori, gelosie e ..chi ne ha più né metta. La nostra compagnia ha sempre cercato di lavorare su testi che permettano al pubblico di divertirsi ed emozionarsi, cercando di non cadere nel banale, nella battuta scontata . Farse grottesche, esasperate o drammi estremi non sono ancora nelle nostre corde ma chissà….
Alla fine di ogni lavoro un’autocritica positiva o negativa è necessaria e dovuta, ma pur sempre un azzardo, , le emozioni che si tramettono e si ricevono sono sincere e l’unica cartina tornasole è il riscontro del pubblico. Unico sovrano ed il suo giudizio sempre insindacabile.

COMMEDIE IN CARTELLONE

Ma tu, di ce bande statu?
di Damiano Berto

Gildo
testo e regia Tommaso Pecile

Comments are closed.